Dal 2017 al Poderuzzo, in Valdarno, ci occupiamo di gestire 3 ettari di ulivi abbandonati da alcuni anni. Dalla potatura alla concimazione naturale, dalla raccolta all’imbottigliamento, l’olio di Alma è l’esempio che con calma, costanza, entusiasmo e ritmo è possibile ottenere degli ottimi risultati, in termini sia qualitativi sia quantitativi.

I circa 700 ulivi (moraioli, leccini e frantoi) vengono potati con totale rispetto per la pianta, ovvero senza ne’ esagerare con le potature andando a sbilanciare la loro vigoria (il ché diminuisce il loro tempo di vita), ne’ lasciare che crescano troppo, che spesso causa sovrasforzi eccesivi, soprattutto durante l’epoca secca, o rinsecchimenti del palco inferiore.

Data la mancanza di macchinari e la riluttanza ad investire subito in essi, ancora non siamo in grado di operare lavorazioni sul terreno (aratura, piantumazione di leguminose, concimazione areale, ecc), ne’ di raccogliere velocemente le olive (facciamo tutto con i raspini a mano). Il frantoio invece lo abbiamo scelto coscenziosamente e, grazie all’aiuto di Mondeggi, nel 2017 siamo riusciti a portare le nostre olive ogni 3 giorni al frantoio Doglia, di Impruneta,  raggiungendo fino al 20% di resa.

Quest’anno invece, grazie alla produzione abbondante di olive (finalmente!) e all’arrivo di due amici e aiutanti produttori, Giorgio e Claudia, riusciamo a portare le nostre olive ai frantoi di zona, ogni 2 o 3 giorni (circa 5 quintali di olive a ogni frangitura).

Il gusto è strepitoso: amaro, intenso, non particolarmente piccante ma molto aromatico.

Non resta per provarlo! Per adesso non lo vendiamo online ma chiamaci o scrivici e faremo di tutto per soddisfare le tue richieste! a almacalende@gmail.com