Il nostro Programma Eventi!

E’ passato un anno da quando ci siamo concentrati sulla ricerca di un casale dove svolgere attività “residenziali”, teorico-pratiche e dove poter ospitare ed accogliere amici e maestri.

Dopo un lungo girovagare il luogo è arrivato: immerso tra gli ulivi del Valdarno, con la valle aperta di fronte a noi, questo borghetto, che chiamiamo Poderuzzo, ci ha meravigliato fin dal primo momento, sarà per la posizione “strategica” accanto alle marronete, a due passi dal castello diroccato di Montedomenichi, sarà per la sua storia, che lo ha visto ospitare un frantoio e un immenso forno per il pane, ancora funzionanti!

Il luogo ci ha dato molti spunti, che abbiamo cercato di convertire in percorsi e incontri per  grandi e piccini, contadin* e cittadin*, volti all’apprendimento delle pratiche di autogestione ecologica e permaculturale, dall’autocostruzione e progettazione di un impianto fotovoltaico ai percorsi di orticoltura e olivicoltura, dai weekend tarologici a quelli dedicati alla camminate di riconoscimento piante e ai laboratori per bambini (kokedama, yoga per bambini, percussioni naturali, ecc). Il tutto sempre ispirandoci ai nostri 3 principi cardine:

Scambio e coinvolgimento con altre realtà in transizione e associazioni  amiche, in modo da intensificare la trasmissione delle buone pratiche, per apprenderle ed insegnarle, riducendo al minimo lo scambio di moneta convenzionale e rivalorizzando, dove possibile, il baratto e la convivialità.

Creazione di Comunità, non necessariamente come un luogo dove con-vivere ma come custodia di uno spazio dove si possano incontrare e dove possano interagire individualità e realtà che operano con gli stessi fini, seppur con linguaggi o pratiche diverse, e dove si possa, assieme, immaginare e realizzare una società migliore.

Pratica della Transizione, perché il passaggio dal “qui” al “là”, come affermava Murray Bookchin, ecologista sociale della metà del secolo scorso, “non avverrà certo grazie a un’improvvisa esplosione, ma implicherà una lunga preparazione intellettuale ed etica. C’è bisogno di un percorso di apprendimento approfondito se sono gli individui a dover cambiare la propria esistenza, in prima persona”.

E’ ormai evidente che il bisogno di vivere una vita più in armonia con noi stessi, con gli altri e con la Natura, grida a gran voce di essere ascoltato, ed è per questo che ci auguriamo di essere capaci di riconoscerlo e soddisfarlo.

Vi aspettiamo!

Scroll to Top